Raccontandomi, è come..

Altrove, istantaneedime  16 maggio 2010

Sarebbe questa la vita?

Sentirsi stretta come in una gabbia! Blindata.
Mi è quasi impossibile controllare l’angoscia generata dalla reclusione.
Tocco con le mani, con la fronte, con le guance, il “muro” più imprevedibile,

il più sordo!

Ho un bel guardare in aria, sperando di cambiare aria..
Sono “inadeguata a questo mondo”

Vertigine dell’anima

Camminare mi fa male
Pensare mi fa male
Scrivere mi fa male

Infelice infelicità che procura una così crudele beatitudine…

Quanti imprecazioni su questi muri grigi?
Quanto dolore?

F e l i c i t à  p e r d u t a!.. F e l i c i t à  f u g g i t a!..

Il tempo passa e svanisce. A giorni, a mesi, a anni..

Ed io non so che dire? Che fare?
Affinchè questo tempo in questo luogo possa sembrarmi migliore..

meno grigio, meno opprimente.

La soluzione..

Qualche parola scelta in un angolo del mio cervello per potermi illudere di non essere “dimenticata”…

dimenticata da quel mondo esterno…

dimenticata da Te…

Lì dove il motto è Ciascuno per se, a ciascuno il suo se“..

Annunci

≈ Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...