Le calze ti sei lavata

Troppo presto le calze ti sei levata
non alza ancora aprile il suo arcobaleno
gli sbuffi del treno in manovra han strappato i ciliegi
del ponte sopra l’Olona spersi sulla scarpata
l’incerata dei tavolini luccica e gocciola
nel chiosco del capolinea due tranvieri non si guardano
piazzale Insubria è allagato
Questi sono i pomeriggi da fare all’amore piano piano.

“Primavera a Rogoredo”

Annunci

≈ Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...