Il Clawn

Saltimbanco, addio!
Buona sera, Pagliaccio!
Indietro, Babbeo:
Fate posto,
buffoni antiquati,
dalla burla impeccabile,

Fate largo!

Solenne, altero e discreto,
ecco venire il migliore di tutti,
l’agile clown.

Più snello d’Arlecchino
e più impavido di Achille
è lui di certo,
nella sua bianca armatura di raso:
etereo e chiaro come uno specchio senza argento.

I suoi occhi non vivono nella sua maschera d’argilla.
Brillano azzurri fra il belletto e gli unguenti
mentre, eleganti il busto e il capo si bilanciano
sull’arco paradossale delle gambe.

Poi sorride.

Intorno il volgo stupido e sporco
la canaglia puzzolente e santa dei Giambi
applaude al sinistro istrione che l’odia.

Photo F. C. Gundlach

Annunci

≈ Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...